Pronti all’avventura.

tobia

 

Tra un paio di settimane Tobia inizierà l’inserimento all’asilo nido.
Non sono preoccupata, con Anna è stata una bellissima esperienza, ed è arrivato il momento per il piccolo di casa, di farsi degli amici tutti suoi e di esplorare un po’ il mondo senza la sua mamma (per ben 4 ore al giorno!!).
Quello che mi mette più in difficoltà, in realtà, è il primo colloquio con l’educatrice, quello in cui dovrò parlare del mio bambino… Non ho nulla di particolare da riferire: i miei figli non hanno mai avuto esigenze speciali né oggetti transizionali da portarsi dietro, mangiano più o meno di tutto e amano i libri. Tobia, a differenza di Anna, non usa nemmeno il ciuccio, ed è, in quanto secondogenito, molto più predisposto a giocare in compagnia.
Per questo, anche stavolta, temo di fare la figura della mamma un po’ superficiale, che non saprà bene cosa dire…quindi voglio scrivere una lista di aggettivi che descrivono Tobia com’è oggi, per non farmi trovare impreparata, e per vedere nero su bianco, alla fine dell’anno scolastico, cosa sarà cambiato, migliorato o peggiorato.

  • Affettuoso: mentre ti abbraccia dice “nene”, tradotto…ti voglio bene.
  • Autonomo: vuole sempre fare le cose da solo.
  • Buffo: mentre Anna ha una naturale predisposizione alla tragedia, lui è proprio un attore comico.
  • Chiacchierone: ebbene si, non ci salviamo nemmeno con questo figlio.
  • Gentile: dice sempre “grazie”, e subito dopo anche “prego” per non sbagliarsi.
  • Irruento: fisicamente è un caterpillar nelle sue dimostrazioni d’affetto, rabbia, gioia, etc etc.
  • Musicale: ama moltissimo ascoltare musica e “suonare” l’ukulele, una volta di proprietà di Mirko.
  • Rumoroso: ha un tono di voce davvero…importante!
  • Timido: ci mette parecchio prima di dare confidenza a qualcuno.

Per questa giornata di festa, vi offro una canzone dei The Lumineers, Flowers in your hair, magistralmente interpretata da Ramon Mirabet e i RIU.

Buon ferragosto!

Annunci

Liste d’estate.

ombrellone

 

E’ ufficialmente iniziata l’estate: l’asilo sta per finire e si comincia ad andare al lago, dove Anna passa tutto il tempo nell’acqua, e Tobia, invece, cerca di bagnarsi il meno possibile mentre riempie il suo secchiello di sassi.
Questa è sicuramente la stagione più divertente dell’anno, per i bambini, e la più difficile per le mamme!
Quelle che lavorano devono impazzire per trovare un posto alternativo a scuola/asilo/nido, dove lasciare i propri figli; quelle che non lavorano devono impazzire per intrattenere i loro figli tutto il giorno.
Pure quest’anno mi sono fatta una lista di cose da fare con Anna (le prime due voci sono le sue richieste):
– piantare un seme, per far crescere una pianta (non so se sia proprio il periodo giusto, ma questo ha chiesto!!)
– imparare ad allacciarsi le scarpe
– costruire la collana di Pocahontas (la sua storia preferita del momento), come questa qui
– realizzare qualcuno di questi lavoretti: silouette di animali su legno o con acquerelli e queste cornici troppo carine, fatte riciclando le scatole delle scarpe
– fare un bel libro delle vacanze, con tanti disegni delle attività/gite/esperienze fatte

E poi, niente, non mi resta che sperare nel bel tempo…per trascorrere tante ore all’aperto!
Per la cronaca…non è che io faccia preferenze, pianifico attività da fare con Anna perchè Tobia è molto più semplice da intrattenere, e perchè tutto ciò verrà fatto mentre il piccolo dorme.
Oggi vi faccio ascoltare George Ezra, con Girls just wanna have fun (appropriato no?)

Buon weekend!