Arrivederci!

arrivederci_estate

 

E’ arrivato settembre, e qui ci sono cambiamenti in atto, stiamo andando incontro ad una nuova routine fatta di asilo nido, scuola materna, lezioni di danza, tempo per me (!!!), ricerca di un lavoro, etc etc etc…
Ma prima di accogliere con tutti gli onori il nuovo mese, sento di dover dare un arrivederci ai mesi estivi, lunghissimi e caldissimi mesi durante i quali, da queste parti, questo è quanto è successo.

Anna ha riscoperto un po’ di gelosia nei confronti del fratellino, stare assieme a lui tutto il giorno le ha pesato un bel po’, ha voluto tagliarsi i capelli corti corti corti, e non ha smesso di stupirmi con la sua favella.

Anna “mamma, cos’è una tappezzeria?”
(nello specifico trattavasi di un’antica decorazione appesa ad un muro)
Io “beh…è una specie di dipinto, ma fatto come un tappeto…insomma…”
Anna “ah! come un arazzo?”
Io “si, ecco.”
(E allora, se sai già tutto…)

Tobia ha cominciato ad usare il vasino quando eravamo al mare, per poi smettere una volta rientrati a casa. Vabbeh…ci riproveremo. Ha acquisito un vocabolario di tutto rispetto, ma storpia, accorcia e modifica ogni parola, ne pronuncia alla perfezione soltanto sette: Anna, mamma, papà, nonno, nonna, ukulele e tatuaggio (?! non chiedetemi, davvero…)

Merida, colei che rifiuta prosciutto, lardo, carne e qualsiasi cibo per gatti diverso dal suo, ha scoperto una passione per il cavolo cappuccio, inoltre adopera con parsimonia la sua lettiera, l’ha sostituita con entusiasmo con i vasi delle mie piante, sul terrazzo…vuoi mettere il contatto con la natura?!

Oggi vi faccio ascoltare Jack Savoretti, con Ancora tu, celebre pezzo del celebre Lucio Battisti.

Buon weekend!

 

5 cose in comune tra i miei figli e la mia gatta.

merida

Tobia e Merida.

  1. per richiamare la loro attenzione, funziona sempre offrirgli del cibo
  2. entrambi amano rovesciare la loro acqua: lei quella della sua ciotola, lui quella del suo bicchiere
  3. se vedono un cuscino a terra, sentono l’irrefrenabile desiderio di buttarcisi sopra
  4. sono incredibilmente attratti dalla lavastoviglie: caricarla e svuotarla in loro presenza può diventare davvero complicato
  5. alle prime luci dell’alba amano venire nel lettone, possibilmente addosso a me

Anna e Merida.

  1. odiano farsi spazzolare (chi il pelo, chi i capelli)
  2. se chiedi loro di uscire non ne hanno mai voglia, ma una volta fuori non vogliono più rientrare
  3. reagiscono alle coccole non richieste divincolandosi e, all’occorrenza, graffiando
  4. fanno un sacco di dispetti l’una all’altra
  5. sono entrambe gelose di Tobia

Oggi, in tema felino, vi offro una versione di Honky cat (Elton John) di Eric Schwartz e Jagoda.

Buon weekend!

Due parole a Merida.

 

DSC_0048

Oggi prendo spunto da questo post per dire pure io qualcosa alla mia gatta, e dato che è con noi da soli tre mesi, gliene dirò quattro e non dieci, che non vorrei confonderla…
Ecco le 4 cose che vorrei dire a Merida:
– quella cosa pelosa che ti segue ovunque, e che ogni tanto finalmente riesci a cogliere di sorpresa, riservandole torture indicibili…è la tua coda!!!
– smetti di assaggiare tutti i liquidi stagnanti che trovi nella doccia, nella vasca da bagno, nei sottovasi…l’acqua migliore che puoi trovare in questa casa, ti assicuro, è nella tua ciotola;
– spazzare il pavimento non mi piace, se puoi evitare di saltare dentro alla paletta per la spazzatura (specialmente quando è piena), mi faresti una cortesia;
– e come ultima cosa…NON SEI UNA BAMBINA, SEI UN GATTO! Questo significa che non mi devi saltare in braccio ogni volta che addormento Tobia, o leggo un libro ad Anna, rendendomi impossibile perseguire i miei scopi. Almeno tu, non essere gelosa…sei l’unica gattina del mio cuor!

DSC_0008

 

New entry.

DSC_0043

La grande novità di questa settimana è l’arrivo di una piccola (ma proprio piccola) gattina che ci ha stregati tutti…
Non ne avevi abbastanza di due figli per casa, di cui uno che gattona e si mette in bocca tutto quello che non deve? Si, ma chissà perchè sento la necessità di rendere le cose più complicate di quanto già non siano. Forse perchè spero di riuscire a lasciar correre un po’ di più…e ad abbandonare la mia assurda pretesa di poter controllare tutto! Principalmente comunque (gli animalisti possono dormire sereni) lo faccio perchè amo moltissimo i gatti, e in casa ne mancava uno!
Lei c’è da tre giorni, ed è interessante vedere i bambini alle prese con la micina: Anna cerca di prenderla in braccio in ogni momento per coccolarla, e la tratta più o meno come un peluche, Tobia invece cerca di rubarle tutto quello con cui sta giocando e le dà delle gran manate. Ovviamente la piccina tendenzialmente scappa da Anna e si avvicina più volentieri a Tobia!
DSC_0038 DSC_0010
La scelta del nome non è stata semplice, c’è voluta un bel po’ di mediazione perchè Anna non le affibbiasse un melenso Minù o Lilli o Duchessa…alla fine il compromesso è stato “Ok un nome da principessa, ma un nome dignitoso per cortesia” e così si chiama Merida!
DSC_0003
Sembra trovarsi bene con noi, forse i bambini sono un po’ impegnativi per lei, così quando sono svegli se ne sta a dormire beata in un cassetto, al sicuro.
Benvenuta Merida.