Ci vuole un fiore.

sambuco

 

Oggi vi offro una cover e qualcosa da bere!
Uno sciroppo dolce e dissetante che si può fare in questo periodo dell’anno, con i fiori di sambuco.
Poi la settimana prossima smetterò i panni della Parodi, e basta con le ricette, promesso.

SCIROPPO DI SAMBUCO

1 litro d’acqua
8 fiori
4 limoni
1 kg di zucchero
mezzo bicchiere di aceto di mele

Mettere i fiori in infusione nell’acqua per 24 ore, poi filtrare il tutto con un panno, aggiungere il succo dei limoni e mettere a scaldare sul fuoco. Incorporare lo zucchero mescolando, far bollire per qualche minuto e infine aggiungere l’aceto. A questo punto imbottigliare.
limoni
Diventa una bevanda buonissima allungato con l’acqua, io l’anno scorso ci ho fatto pure dei ghiaccioli (metĂ  acqua e metĂ  sciroppo, poi ho aggiunto dei mirtilli freschi), altrimenti potete preparare un ottimo hugo.

Ora che vi ho (virtualmente) dissetati, pensiamo alla colonna sonora: vi presento i Vandaveer, qui alle prese con Come on up to the house, di Tom Waits.

Buon weekend!

 

Annunci