La Puglia nel cuore.

 

puglia_09

 

 

In realtà siamo tornati già da un paio di settimane, e dopo giorni e giorni di lavatrici eccomi qui con alcune immagini della nostra vacanza.
Quest’anno ci siamo avventurati fino in Puglia, ospiti di un delizioso villaggio, il Riviera Camping Village, posto ideale per una vacanza rilassante, dove godersi il mare e riempirsi la pancia con le delizie del posto.
puglia_05puglia_10puglia_04puglia_01
puglia_02
Il Villaggio si trova su di una striscia di terra tra il mare e il Lago di Varano (potevamo forse stare lontani da un lago?).
puglia_06puglia_07
Le nostre vacanze con i bambini, sono fatte di giornate che iniziano la mattina presto, tanti bagni al mare, giochi con la sabbia e poco altro…
Ci siamo concessi un paio di uscite serali, ma la nostra Anna si è addormentata in macchina prima ancora di arrivare al ristorante, per capirci!
Perciò abbiamo organizzato una gita a misura di bambino, al Museo Paleontologico dei dinosauri (nuova grande passione di Anna e di Tobia), e così, dopo un’ora di viaggio nell’entroterra, accompagnati da due vocine entusiaste che urlavano “di-no-sau-ri!!”, siamo arrivati a destinazione. Giusto il tempo di pagare il biglietto d’ingresso, e Tobia ha cominciato a piangere disperato, terrorizzato da un piccolo T-rex.
Lui il giro del parco non l’ha proprio voluto fare, Anna invece, dopo aver superato una certa preoccupazione inziale, si…per fortuna!!
puglia_13
Ci siamo trovati benissimo, e poi…vabbeh…a me basta essere in vacanza con la mia famigliola ed ogni cosa mi sembra splendida, il mare della Puglia, però, lo è davvero.
puglia_11

Caro giugno.

giugno

 

 

 

Caro giugno,
ho dovuto controllare bene il calendario per essere sicura che fossi davvero arrivato, perchè guardando fuori dalla finestra ti pensavo ancora molto lontano…so che quest’anno i meteorologi parlano male di te, ma non dar peso alle loro parole, cercano solo di attirare l’attenzione. Io sono sicura che ci sorprenderai!
Mese del sole, dei matrimoni, dell’ultimo giorno di scuola, delle prime vacanze al mare, del solstizio d’estate, tutti ti accolgono con gioia.
E anche qui da noi porterai un sacco di cose belle: c’è stato il secondo compleanno del blog (tanti auguri a noi!) e il primo saggio di danza di Anna, arriveranno un settimo anniversario di matrimonio, e poi i primi bagni al lago, le cene sul terrazzo, i piedi nudi in casa, i ghiaccioli home-made, le ciliegie, i pic-nic…non vedo l’ora!
Benvenuto!

 

PS fai bello il 4, il 21 e il 25, mi raccomando!
PPS non ho voluto, per scelta, associarti ai tormentoni dell’estate, perchè di solito sono canzoni brutte.
E poi è venerdì, e qui si ascoltano canzoni belle. Oggi è il turno di Summertime, in una versione degli Stereophonics di qualche anno fa.

Arrivederci!

arrivederci_estate

 

E’ arrivato settembre, e qui ci sono cambiamenti in atto, stiamo andando incontro ad una nuova routine fatta di asilo nido, scuola materna, lezioni di danza, tempo per me (!!!), ricerca di un lavoro, etc etc etc…
Ma prima di accogliere con tutti gli onori il nuovo mese, sento di dover dare un arrivederci ai mesi estivi, lunghissimi e caldissimi mesi durante i quali, da queste parti, questo è quanto è successo.

Anna ha riscoperto un po’ di gelosia nei confronti del fratellino, stare assieme a lui tutto il giorno le ha pesato un bel po’, ha voluto tagliarsi i capelli corti corti corti, e non ha smesso di stupirmi con la sua favella.

Anna “mamma, cos’è una tappezzeria?”
(nello specifico trattavasi di un’antica decorazione appesa ad un muro)
Io “beh…è una specie di dipinto, ma fatto come un tappeto…insomma…”
Anna “ah! come un arazzo?”
Io “si, ecco.”
(E allora, se sai già tutto…)

Tobia ha cominciato ad usare il vasino quando eravamo al mare, per poi smettere una volta rientrati a casa. Vabbeh…ci riproveremo. Ha acquisito un vocabolario di tutto rispetto, ma storpia, accorcia e modifica ogni parola, ne pronuncia alla perfezione soltanto sette: Anna, mamma, papà, nonno, nonna, ukulele e tatuaggio (?! non chiedetemi, davvero…)

Merida, colei che rifiuta prosciutto, lardo, carne e qualsiasi cibo per gatti diverso dal suo, ha scoperto una passione per il cavolo cappuccio, inoltre adopera con parsimonia la sua lettiera, l’ha sostituita con entusiasmo con i vasi delle mie piante, sul terrazzo…vuoi mettere il contatto con la natura?!

Oggi vi faccio ascoltare Jack Savoretti, con Ancora tu, celebre pezzo del celebre Lucio Battisti.

Buon weekend!

 

Stessa spiaggia, stesso mare.

VM008

 

E che ve lo dico a fare? Siamo stati in vacanza!
Anche quest’anno le Marche ci hanno accolto per due settimane, e ci hanno regalato temperature tropicali, un mare meravigliosamente calmo e tutta la loro bellezza.
VM009 VM010
Il nostro piano di infilarci costumi e ciabatte e non pensare più a nulla, è andato a buon fine.
VM002 VM001 VM003
Anna e Tobia ci hanno concesso il lusso di dormire ogni mattina fino alle 8-8.30 (!!), e ho visto sempre di più il loro legame crescere e rafforzarsi…si cercano tanto e si divertono tanto.
VM005 VM004
Stare insieme tutti e 4 ogni giorno, non ha davvero prezzo, sento che ci aiuta a conoscerci ancora meglio, e a diventare sempre più famiglia. Non ci rinuncerei mai, ed è il motivo per cui farei molta fatica a condividere con altri (siano essi amici o familiari) le mie vacanze…forse lo farò quando i pargoli saranno cresciuti e si rifiuteranno di stare con i loro anziani genitori.
VM006 VM007
E poi però si ritorna a casa, e io vado in crisi come un’adolescente.
Per un paio di giorni mi prendono questi attacchi di nostalgia con tanto di nodo alla gola, mentre faccio lavatrici, pian piano riprendo possesso della casa, mentalmente faccio liste della spesa e delle cose da fare, e consolo pure Anna che vorrebbe tornare al campeggio.
Poi mi passa completamente la voglia di infilare il costume e andarmene al lago (o in piscina), come se inconsciamente desiderassi la fine dell’estate, forse per conservare il ricordo più bello (quello delle vacanze al mare) come l’ultimo prima di passare all’autunno…boh?!
Infine, circa al quarto-quinto giorno, riesco a riprendere la vita di prima.
Ormai lo so, e attendo fiduciosa di tornare alla normalità, e dato che leggete questo post, potete stare tranquilli, perchè significa che è già successo.

Vita da spiaggia.

spiaggia

Vivere al lago è bellissimo, noi ce lo godiamo il più possibile, ma devo ammettere che quest’anno ero piuttosto preoccupata all’idea di doverci andare da sola, con due bimbi piccoli entrambi deambulanti e attratti dall’acqua (ebbene si, anche Tobia si è lanciato).
Come per tutte le altre cose, invece, basta organizzarsi un po’ e tutto diventa più semplice.
Ecco i miei trucchi per affrontare la spiaggia (del lago, ma credo valga anche per il mare) senza aiuto:

  1. la crema protettiva la metto a casa, ad almeno uno dei due bimbi, e a me stessa. Il momento migliore per i piccoli di scappare in acqua, infatti, è mentre ti metti la crema, preferibilmente quando te la stai spalmando in faccia, rischiando di ficcartela in un occhio, accecandoti.
  2. la borsa dei giochi da spiaggia è sempre in macchina da giugno a settembre, dimenticarla sarebbe gravissimo.
  3. è necessario rifornirsi di piccoli snack, perchè dopo ogni bagno i bambini devono mangiare qualcosa (sia che facciano 2 bagni o 10)
  4. non ascoltate gli istruttori di nuoto (non me ne vogliano…), se siete da sole in spiaggia con due o più bambini, mettetegli i braccioli! Fare il bagno potrà diventare un’esperienza piacevole anche per voi.
  5. se scappa la pipì, la si fa in acqua (questa cosa sembra difficilissima x alcuni bimbi). Le gite in bagno tutti e tre assieme sono complicatissime.

Oggi, oltre alla mia saggezza (…), vi offro una cover di un pezzo che mi riporta indietro agli anni di Mtv…Everlong dei Foo Fighters. Qui però ve la cantano e ve la suonano i Miracles of Modern Science.

Buon weekend!

Tutti insieme appassionatamente (day 1)

DSC_0063

 

Sono sul divano, reduce dalla prima giornata a casa con i bimbi, dopo la chiusura dell’asilo.
Io sono stanchissima, ma dò un giudizio assolutamente positivo.
Pomeriggio, assieme ad un paio di amiche di Anna, siamo andati in un bellissimo maneggio, il centro equestre Maso del sole (il sito non gli rende giustizia). Le bimbe hanno fatto un giro nel bosco con i pony, si sono divertite a spazzolarli e accarezzarli, hanno guardato i cavalli montati dai bambini più grandi, giocato (Tobia si è innamorato di un tagliaerba giocattolo), coccolato i cani e i gatti che giravano nel cortile…lungo la strada che portava a questo maso abbiamo pure incrociato due asinelli, conigli, mucche e capre.
Ho visto tanti sorrisi e occhi emozionati, perciò sono più che contenta.
DSC_0070 DSC_0061 tagliaerba
Lo so, lo so…mi piace vincere facile, passare la giornata all’aperto circondati da animali non poteva che essere entusiasmante per due bimbi di 5 e (quasi) 2 anni, ma avevo bisogno di cominciare bene questi due mesi che passerò a fare la bi-mamma a tempo pieno.
Vorrei che fossero davvero mesi speciali, dato che a settembre Tobia comincerà ad andare al nido, e sempre di più ho l’impressione che il tempo e i miei bimbi piccini mi sfuggano dalle mani, specialmente ripensando al primo anno di vita di Tobia (ci sono un sacco di cose che non ricordo più, ma come è possibile?!).
Proprio per tentare di non dimenticare, anche quest’anno ho fotografato il primo e l’ultimo giorno di asilo di Anna.
DSC_0224 anna ultimo
Trovate le differenze!!

Liste d’estate.

ombrellone

 

E’ ufficialmente iniziata l’estate: l’asilo sta per finire e si comincia ad andare al lago, dove Anna passa tutto il tempo nell’acqua, e Tobia, invece, cerca di bagnarsi il meno possibile mentre riempie il suo secchiello di sassi.
Questa è sicuramente la stagione più divertente dell’anno, per i bambini, e la più difficile per le mamme!
Quelle che lavorano devono impazzire per trovare un posto alternativo a scuola/asilo/nido, dove lasciare i propri figli; quelle che non lavorano devono impazzire per intrattenere i loro figli tutto il giorno.
Pure quest’anno mi sono fatta una lista di cose da fare con Anna (le prime due voci sono le sue richieste):
– piantare un seme, per far crescere una pianta (non so se sia proprio il periodo giusto, ma questo ha chiesto!!)
– imparare ad allacciarsi le scarpe
– costruire la collana di Pocahontas (la sua storia preferita del momento), come questa qui
– realizzare qualcuno di questi lavoretti: silouette di animali su legno o con acquerelli e queste cornici troppo carine, fatte riciclando le scatole delle scarpe
– fare un bel libro delle vacanze, con tanti disegni delle attività/gite/esperienze fatte

E poi, niente, non mi resta che sperare nel bel tempo…per trascorrere tante ore all’aperto!
Per la cronaca…non è che io faccia preferenze, pianifico attività da fare con Anna perchè Tobia è molto più semplice da intrattenere, e perchè tutto ciò verrà fatto mentre il piccolo dorme.
Oggi vi faccio ascoltare George Ezra, con Girls just wanna have fun (appropriato no?)

Buon weekend!