2 giorni a Natale

merichristmas

 

 

Oggi è stato l’ultimo giorno di scuola per Anna e Tobia, prima delle vacanze, ma non sono tornati a casa carichi di entusiasmo e gioia…bensì staaaanchi, spossati da questi primi mesi di novità: la scuola materna per Tobia e quella elementare per Anna. Posso fare per entrambi un bilancio assolutamente positivo di questi mesi, ma hey…per loro sono tante ore lontani da casa, ed ora avranno finalmente la possibilità di riposarsi un po’ e di fare con calma. E (forse) io pure.

Domani compirò 36 anni. Ci arrivo con gli strascichi di un’influenza, un capello bianco e un antipatico dolore alla spalla che non se ne vuole proprio andare. Ma quanto mi piace compiere gli anni con tutta quest’atmosfera festosa e magica…tanti auguri a me!!

E dopodomani…Natale!!!
Il che significherà venire svegliati da due bambini urlanti, per poi essere travolti da sorrisi, regali, baci, giochi, e poi parenti, auguri, ancora regali, un’abbuffata, ulteriori bambini urlanti, baci, e poi altri parenti, altri auguri, altri regali, tanti “nograzieabbiamomangiatodavverotroppomagariuncaffè”, altri bambini urlanti, altri baci…e poi finalmente CASA!

Il sottofondo musicale per questi giorni di festa ve lo offro io anche questo venerdì: Last Christmas, degli Wham!, in una versione molto più festosa dei Postmodern Jukebox.

Buon weekend e buon Natale!

9 giorni a Natale.

dsc_0232

 

 

 

Mancano solo nove giorni a Natale, il tempo scorre velocissimo e non sono passata qui sul blog molto spesso…perciò vi farò un riassunto del mio ultimo mese: scuola, compiti, amici, calendario dell’avvento, mercatini di Natale, fuochi d’artificio, danza, bavaglini scomparsi, Santa Lucia, cartoni animati, litigi tra fratelli, compleanni, freddo e ghiaccio, regali nascosti nei posti più remoti della casa, Netflix, ansia, cioccolato.
Il tutto non esattamente in quest’ordine.
Non mi dilungo troppo, perchè oggi è venerdì ed è tempo di cover…natalizia, visto il periodo.
Vi offro Tommy Emmanuel, niente meno, con Rockin’ around the Christmas tree. A presto!!!

E buon weekend!

Can’t find my way home.

cant_find_my_way_home

 

 

 

Oggi vi voglio offrire una cover senza un motivo particolare, se non che è venerdì e si tratta di un gran bel pezzo. Eccovi Can’t find my way home, dei Blind Faith, in una strepitosa versione di Ellen McIlwaine (ascoltatevi pure la sua cover di Higher Ground!!).
Purtroppo non ho trovato un video che sia all’altezza della canzone, perciò voi concentratevi sulla musica e lasciate perdere le immagini, ok?

E buon weekend!

Feel Good Inc.

feel_good_inc

 

 

 

E così siamo giunti all’amato weekend lungo di Ferragosto!
E quindi vi offro una canzone per la colonna sonora dei vostri festeggiamenti, perchè io, alla fine, la festa non l’ho mica organizzata…
Il pezzo è Feel Good Inc. dei Gorillaz (ve li ricordate?!), in una versione anche più bella dell’originale, di Josh Pow (che ahimè un sito non ce l’ha…).


Buon weekend!

I wanna be like you.

Iwannabelikeyou

 

 

 

In questi ultimi giorni io e i bambini siamo bloccati in casa a causa di uno sgradito virus intestinale, e questo ha avuto le seguenti ripercussioni sulle nostre vite:
1. abbiamo visto cartoni animati a iosa
2. la casa è diventata una specie di giungla
3. ho seriamente invidiato chi ha potuto godersi il sole e il caldo, mentre io facevo lavatrici e pulivo ossessivamente il bagno.
Ed ecco che tutto ciò mi ha ispirato la cover di oggi. Vi offro, infatti, un pezzo tratto da un film Disney (vedi punto 1), il Libro della giungla (vedi punto 2), che si chiama I wanna be like you (vedi punto 3). Ce la canta un personaggio davvero interessante, Julien Mueller, in una location…suggestiva.


Buon weekend!

Hello.

hello

 

 

 

Tempo di ritorni questo per me: a casa, dopo le vacanze, e sul blog, che avevo un po’ trascurato (senza particolari motivi in effetti). Mi sono ricongiunta con Merida, rimasta a casa tutta sola, e…con voi!
Vi voglio offrire subito una cover, dato che è venerdì, e quale titolo migliore se non Hello? In fondo, quando ci si rivede, è sempre educazione salutare…
Gli interpreti sono un gradito ritorno, almeno per me, i Walk off the Earth, accompagnati da due simpatici personaggi.


Buon weekend!

Caro giugno.

giugno

 

 

 

Caro giugno,
ho dovuto controllare bene il calendario per essere sicura che fossi davvero arrivato, perchè guardando fuori dalla finestra ti pensavo ancora molto lontano…so che quest’anno i meteorologi parlano male di te, ma non dar peso alle loro parole, cercano solo di attirare l’attenzione. Io sono sicura che ci sorprenderai!
Mese del sole, dei matrimoni, dell’ultimo giorno di scuola, delle prime vacanze al mare, del solstizio d’estate, tutti ti accolgono con gioia.
E anche qui da noi porterai un sacco di cose belle: c’è stato il secondo compleanno del blog (tanti auguri a noi!) e il primo saggio di danza di Anna, arriveranno un settimo anniversario di matrimonio, e poi i primi bagni al lago, le cene sul terrazzo, i piedi nudi in casa, i ghiaccioli home-made, le ciliegie, i pic-nic…non vedo l’ora!
Benvenuto!

 

PS fai bello il 4, il 21 e il 25, mi raccomando!
PPS non ho voluto, per scelta, associarti ai tormentoni dell’estate, perchè di solito sono canzoni brutte.
E poi è venerdì, e qui si ascoltano canzoni belle. Oggi è il turno di Summertime, in una versione degli Stereophonics di qualche anno fa.

All about that bass.

DSC_0077

 

 

 

Anche se non sempre, in questi giorni, il clima ci ha fatto pensare all’arrivo dell’estate…tra un mese la stagione più allegra e gioiosa di tutte, sarà qui, ed io comincio a guardarmi allo specchio con occhi diversi, occhi critici e giudicanti.
La maledetta prova costume si avvicina, e non trovo colonna sonora più appropriata di All about that bass, di Meghan Trainor, un pezzo allegro che parla dell’accettazione del proprio corpo, in barba agli stereotipi che ci vengono proposti dai media. Il messaggio era diretto più che altro ad un pubblico di adolescenti, ma è il caso di ripeterselo anche da adulti che andiamo bene così come siamo.
Naturalmente vi faccio ascoltare una cover del brano in questione, di Davin McCoy.


Buon weekend!