Innamorati?

innamorati

 

 

 

Oggi io e Mirko festeggiamo il nostro settimo anniversario di matrimonio, e Facebook, sempre attento alle mie esigenze, mi ha consigliato la lettura di un articolo di una nota rivista femminile, dal titolo “8 segnali che è innamorato di voi“.
Potevo forse ignorarlo? Si, ma ha vinto la mia curiosità, e ho voluto scoprire se Mirko è davvero innamorato di me.
Vi scrive quasi ogni mattina. Mmh…magari si, ma dopo tanti anni insieme e due figli, è più per pianificare qualcosa, o per scambiarsi romanticamente la lista della spesa, vale lo stesso?
Si interessa…in modo disinteressato. Attenzione!! Qui si sostiene che l’uomo finge di disinteressarsi, ma fa poi (e cito testualmente) “qualche domanda sparsa e apparentemente scollegata dalla precedente”. Si insinua in me il dubbio che l’articolo sia stato scritto da un uomo, che fa qui un goffo tentativo di giustificare le sue domande prive di senso. Sappiamo benissimo che quando un uomo fa domande “scollegate” sta semplicemente pensando ad altro.
Fa di tutto per rendervi la vita più facile. Corse sfrenate per realizzare ogni mio desiderio? Anche no. E dai…il matrimonio (così come la convivenza) è un gioco di squadra.
Gli si illuminano gli occhi, quando vi vede. Beh…ecco, non sempre. Ma forse sono io che non ci faccio più caso…
Vi chiede com’è andata la giornata e…vi ascolta. E se non ha voglia di ascoltare…non ve lo chiede. Incredibile!
Gli interessa la vostra opinione. “su tutte le questioni che lo riguardano, vi chiede sempre un parere” Per fortuna, non su tutte e non sempre. Mi verrebbe l’ansia.
Vi dà sempre il meglio. L’ultima fetta di torta, la metà più grande del panino, etc…quello devo dire che Mirko lo fa (grazie).
Vi protegge, o quantomeno ci prova. Attenzione!! “Cammina sempre sul lato esterno del marciapiede, controlla se avete mangiato, se siete stanche, se siete giù di morale” Ecco, queste cose le fa…con i nostri figli! E con me le ha fatte il mio papà, quando ero una bambina.
Secondo questi 8 punti, insomma, Mirko non sarebbe innamorato di me…e per fortuna! Il titolo corretto dell’articolo dovrebbe essere “8 segnali che è il vostro stalker”.
E buon anniversario a noi!

Paura…d’amore.

amore

La settimana scorsa Anna si è fermata a dormire dai nonni per una notte. Lei si è divertita moltissimo ed è stata viziata a dovere (come è giusto che sia), noi invece abbiamo passato una notte…da paura.
Tobia, infatti, si è svegliato un paio di volte in preda ad un pavor nocturnus.
Per chi di voi non ha avuto il piacere di conoscerlo, trattasi di un disturbo del sonno tipico dei bambini, che si svegliano (forse a causa di un incubo) piangendo e urlando, non riconoscono i genitori, e se consolati reagiscono urlando sempre più terrorizzati…insomma, un’esperienza spaventosa per chi lo vive, ma anche per chi gli sta accanto, ve lo assicuro. Anna ne aveva sofferto per un breve periodo, quando è nato Tobia, ed avevo imparato a gestirli…il problema però è riconoscerli…soprattutto la prima volta che si presentano. Il secondo attacco notturno, infatti, è durato molto meno, perché ho parlato sottovoce e con tranquillità a Tobia (per quanto si riesca a parlare con calma ad un bambino urlante che si butta per terra) evitando il più possibile di toccarlo.
Dopo quella notte, comunque, non è più accaduto un episodio del genere, tant’è che io e Mirko pensiamo sia stato una conseguenza del fatto che Anna non era in camera con lui…ditemi voi se questo non è amore?!
Io di sicuro non ho intenzione di ripetere quest’esperienza per levarmi ogni dubbio, perciò se Anna vorrà dormire ancora dai nonni, mi sa che lo dovrà fare assieme a suo fratello.
A voi, anziché un (brutto) sogno notturno…offro Daydream! Ve la canta Paolo Nutini, bello e bravo…ha solo qualche problema a fischiettare, pare.

Buon weekend!