Usciamo?

Usciamo-

 

Ogni mattina uscire di casa somiglia ad un traguardo inarrivabile da queste parti…
Mirko di solito è già in viaggio quando io mi alzo alle 7, ogni tanto da sola, spesso assieme a Tobia, che appena sveglio sente l’impellente bisogno di mangiare ed inizia con la sua litania “attecocchi, attecocchi, attecocchi…” (latte e biscotti), proseguendo fino a che non viene accontentato. Faccio colazione con il mio bimbo, perciò vengo interrotta un numero indefinito di volte per i più svariati motivi: devo aiutarlo a mangiare, devo assaggiare i suoi biscotti, devo fargli assaggiare la mia colazione, devo pulire dal pavimento il latte che ha rovesciato, devo spiegargli che quella tazza va benissimo anche se non è la sua, o che il latte non è troppo caldo, etc etc…
Anna, a parte rare eccezioni, la devo svegliare alle 7:45, e, a differenza di Tobia, devo convincerla a fare colazione prima che si metta a giocare con qualcosa. Mentre lei mangia, se riesco a braccare il piccolo, lo lavo e lo vesto, altrimenti mi preparo io, nel frattempo controllo a distanza che Anna non si distragga tra un biscotto e l’altro.
Cerco di prepararmi il più velocemente possibile, e intanto vengo interrotta un numero indefinito di volte per i più svariati motivi: manca qualcosa in tavola, non si trova qualche gioco, qualcuno si è fatto male, etc etc…
Una volta pronta dò ad Anna i suoi vestiti e, controllando a distanza che non si distragga tra un calzino e una maglietta, cambio e vesto Tobia (se non ci sono riuscita prima), lavo denti, faccini addormentati e nasini, poi (forse!) siamo pronti per metterci scarpe e giacca.
Ovviamente è in questo momento, quando siamo vestiti di tutto punto, che si presentano i seguenti inconvenienti: ad Anna scappa la pipì, io non trovo le chiavi di casa, Tobia ha fatto la cacca e va cambiato di nuovo.
Superati anche questi ultimi ostacoli, riusciamo finalmente ad uscire di casa, sempre entro le 8.30.
Mi domando come potevo arrivare tardi in ufficio, quando non avevo figli, pivella…
Il lato positivo è che, dopo un inizio così, la giornata non può che migliorare!
Oggi vi offro una canzone gioiosa, come le nostre mattine nel fine settimana, Walk like an Egyptian, nella versione di KT Tunstall.

Buon weekend!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...